2019-06-25T20:30:00-00:00

Orgoglio buonista

Orgoglio buonista

Le buone pratiche per l’integrazione a Roma si confrontano

 

Accade che a Roma ci sia chi si occupa di mettere a punto strategie per stare bene insieme, tutti: italiani e stranieri, biondi e rossi, laziali e romanisti. Persone che si impegnano ogni giorno, tutti i giorni dell’anno, portando avanti silenziosamente un lavoro incredibile. Ma di chi stiamo parlando?

Abbiamo pensato, insieme al Centro Servizi per il Volontariato del Lazio (Csv), di presentarvi alcune di queste realtà presenti in zone diverse della nostra città e di riunirle in un momento di confronto, accompagnate da Caterina Boca, Presidente Commissione Politiche Sociali del Municipio Roma II. Sono l’associazione Più culture, la Rete Scuolemigranti, la neonata associazione Roma Salvacibo ReFoodgees e l’associazione Genitori Scuola Di Donato. Sarà con noi anche il Servizio Intercultura Biblioteche di Roma, che da anni porta avanti progetti di integrazione tra le diverse culture presenti in città, e Attilio Di Sanza, direttore dei cori multiculturali Se…sta voce e Quintaumentata.

Veniteli a conoscere il 25 giugno dalle ore 17.00 in poi!

A completare la serata ci saranno le poesie di Soumalia Diawara lette dal regista e attore Amin Nour e la musica del Coro multiculturale Quintaumentata, realtà preziosa del quartiere Centocelle, e a seguire, in collaborazione col festival Diritti a Orvieto, le immagini del cortometraggio Bee my job, che racconta il progetto dell’associazione “Cambalache”, un intreccio di conoscenza del territorio, integrazione dei rifugiati e dei richiedenti asilo e il rispetto della natura.

One world kitchen e Hummus Town ci proporranno per cena le loro specialità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: