2018-11-01T20:30:00-00:00

Rights on air – Diffondere i diritti

Ilaria Piperno, traduttrice – Domenico Chirico, Direttore dei programmi dell’Associazione Un ponte per… – Luigi Manconi, Sociologo, coordinatore dell’UNAR – Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni – Coordina Annalisa Camilli, giornalista di Internazionale

Evento

Be POP ospite di Festival Diritti a Orvieto – Human Rights International film festival.

Tradurre vuol dire diffondere, rendere accessibile a più persone. E significa anche contaminare, influenzare, mediare, trasmettere, ribaltare.

Il primo novembre a Orvieto si parlerà di traduzione e dei suoi effetti. Ovvero di cosa significhi tradurre da una lingua all’altra e quali conseguenze questo comporti.

Qual è il nesso tra i diritti umani e la traduzione? Sembrerà un intreccio azzardato, ma è quanto di più pop si possa immaginare.

———————
Ospiti:
@ilaria piperno, traduttrice
@domenico chirico, Direttore dei programmi dell’Associazione Un ponte per…
Luigi Manconi, Sociologo, coordinatore dell’UNAR – Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni
Coordina Annalisa Camilli, giornalista di Internazionale

ILARIA PIPERNO ha proposto e tradotto in italiano Lost in Translation (2015) e Tagliare le nuvole col naso (2016).
Ha tradotto per diversi editori tra i quali Rizzoli, Gallucci, La Nuova Frontiera, Marcos y Marcos, Elliot, Fondazione Museo MAXXI, Sinnos. Dal 2018 è membro del Comitato Scientifico della Casa delle Traduzioni di Roma come rappresentante di Strade, Sindacato dei Traduttori Editoriali.

DOMENICO CHIRICO è un operatore umanitario con 20 anni di esperienza nei Balcani ed in Medio Oriente. Lavora come Direttore di programmi dell’Associazione Un ponte per…
Collabora con la rivista GliAsini e scrive per giornali e riviste di conflitti e migrazioni.

LUIGI MANCONI è stato senatore e presidente della Commissione per la promozione e la tutela dei diritti umani del Senato nella scorsa legislatura. È coordinatore dell’Unar, l’Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni. Tra le sue pubblicazioni remote, alcuni libri sulla musica leggera italiana, con lo pseudonimo di Simone Dessì, per la Savelli. Tra i suoi libri recenti, “Non sono razzista, ma. La xenofobia degli Italiani e gli imprenditori politici della paura”, Feltrinelli 2017 (con Federica Resta) e “Corpo e anima. Se vi viene voglia di fare politica” (minimun fax, 2016).

ANNALISA CAMILLI è un’inviata della rivista Internazionale per cui lavora dal 2007. Negli ultimi anni ha seguito le rotte dei migranti e i loro viaggi verso l’Europa. Ha lavorato a Rainews24 e all’ufficio di Roma dell’Associated Press. Il suo reportage “La barca senza nome” pubblicato su Internazionale e XXI nell’aprile del 2017 ha vinto l’Anna Lindt journalism award 2017.

Ci vediamo a Orvieto!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: